Il Governo si impegni seriamente per i lavoratori dell’ALES.

Un numeroso presidio di lavoratori dell’ALES che fanno parte del comparto beni culturali è presente da stamane innanzi alla sede del Ministero dei beni culturali ove si svolge un incontro tra le rappresentanze sindacali con il vice-ministro Antonio Martusciello ed il sottosegretario al lavoro Viespoli. Prima dell’incontro i lavoratori impegnati nel presidio hanno incontrato l’on. Vincenzo Siniscalchi, Presidente della Giunta di Montecitorio che ha portato il saluto del Presidente del Gruppo Parlamentare DS-Ulivo luciano Violante e del Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, impegnandosi in un pieno sostegno parlamentare alle giuste rivendicazioni dei lavoratori minacciati di perdita del posto.

<< Mi auguro – ha dichiarato Siniscalchi - che il Governo trovi la doverosa soluzione finanziaria per evitare che la società ALES dia esecuzione ai licenziamenti. I compiti dei lavoratori dell’ALES sono fondamentali ed essenziali per il funzionamento del comparto dei Beni culturali soprattutto in una città come Napoli che registra buona parte delle esigenze di servizio del settore. I tagli della finanziaria non debbono incidere sulle risorse di una società che non è nata per una sorta di liquidazione fallimentare ma per assicurare impiego di mano d’opera e sviluppo dei servizi >>.

Dopo l’incontro con i rappresentanti del Governo, sono stati ricevuti dal gruppo parlamentare DS i sindacalisti Giuseppe Pinto, Vincenzo Artico, Alfredo Nardelli, Giovanni Guadagno rappresentanti della R.S.A., CGIL, UIL e CISL.

Roma, 19 gennaio 2005

On. Vincenzo Siniscalchi