Siniscalchi : avviato l’esame della Proposta Siniscalchi per costituire la Fondazione S. Pietro a Majella.

È iniziata innanzi alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati, la discussione della PdL presentata il 22 marzo 2002 dall’on. Vincenzo Siniscalchi (Ds – Ulivo) Presidente della Giunta per le Autorizzazioni, dotata di personalità giuridica di diritto privato finalizzata alla promozione dell’arte e della cultura musicale anche attraverso attività educative. La proposta di legge dell’on. Siniscalchi è diretta in particolare a regolare il mancato adeguamento della vecchia legge 6 luglio 1912 in quanto non si è disposta, in pratica, la soppressione dell’ ”ente morale regio Conservatorio S. Pietro a Majella” che in effetti continua ad esistere come effettivo proprietario dell’ingente patrimonio immobiliare e della prestigiosa biblioteca di S. Pietro a Majella con una non chiara definizione della titolarità di diritti dell’ente stesso rispetto al conservatorio statale che ha finalità e discipline completamente autonome e diverse. La proposta dell’on. Siniscalchi prevede in particolare la istituzione della fondazione da equiparare anche alle istituzione concertistiche che consentirebbe di accedere ai finanziamenti del FUS (fondo unico dello spettacolo). Oltre alla previsione nel dettaglio dei soggetti pubblici e privati che hanno dichiarato di voler concorrere alla formazione del patrimonio iniziale o al finanziamento delle attività della fondazione, viene previsto un contributo statale oltre al contributo regionale e comunale con una previsione che riguarda anche il reimpiego di utili a sostegno delle stesso conservatorio statale di musica di Napoli. Sono previste norme che prevedono un legame tra Fondazione e Conservatorio e le competenze e la composizione degli Organi della Fondazione. La PdL è stata illustrata dalla relatrice Licastro Scardino (FI) che ha proposto anche l’avvio di una accurata istruttoria con l’audizione dei vertici attuali del Conservatorio, dell’Avvocatura dello Stato, del Ministero dei Beni Culturali, ricordando anche che analoga proposta è stata presentata la Senato ma non è stato ancora, in quella sede iniziato l’esame.

Roma, 23 giugno 2005

On. Vincenzo Siniscalchi